Anche quest'anno, il mese di dicembre sè iniziato all'insegna dell'anticiclone per la nostra penisola, con forti anomalie termiche in quota. Negli ultimi anni, la nebbia fu protagonista in pianura per gran parte del mese determinando tra le altre cose, alte concentrazioni di inquinanti.

L'inverno all'improvviso. Grazie ad una corposa irruzione fredda , passeremo dal clima mite ed umido delle ultime settimane al freddo artico. Tra domani e martedì infatti, aria scandinava affluirà verso la nostra penisola, innescando un deciso calo delle temperature, che in quota scenderanno di oltre 10°C. 

 

Come preannunciato nel nostro bollettino di ieri, in queste ore stiamo assistendo ad un progressivo peggioramento delle condizioni meteo, dettato da un vasto vortice ciclonico posizionato sulla penisola iberica.

La prima neve è caduta sulle Alpi nelle ultime ore oltre i 1600-1700 metri di quota. Anche i primi giorni di questa settimana saranno caratterizzati da nuvolosità compatta e deboli precipitazioni sparse, nevose sull'arco alpino fino a 1200 metri. Un'intensa perturbazione atlantica investirà la nostra penisola nella seconda metà della settimana portando abbondanti precipitazioni e temperature nuovamente in aumento.

Dopo due lunghe settimane di anticiclone e caldo anomalo, tra poche ore vasto fronte perturbato investirà la nostra penisola. Il contrasto tra le masse d'aria darà vita a temporali diffusi, localmente anche di forte intensità ed un deciso calo delle temperature.  Anche venerdì e sabato saranno giornate instabili, con precipitazioni potenzialmente più abbondanti rispetto a quelle di domani. Un miglioramento potrebbe arrivare da domenica, ma quel che è certo è che le temperature non torneranno più sui valori medi attuali, decisamente troppo elevati per settembre.

Dopo la perturbazione di mercoledì, tornerà l'anticiclone che garantirà un weekned di Ferragosto prevalentemente soleggiato, con temperature nuovamente in aumento, in linea con i valori estivi. Sabato e Domenica il cielo sarà sereno o poco nuvoloso su tutta la provincia, qualche nube in più sui rilievi è attesa invece per la giornata di lunedì, con possibili temporali in zona Alpina e Prealpina. Maggiori dettagli nel nostro bollettino di venerdì.

Un intenso fronte temporalesco transiterà sulle regioni settentrionali nelle prossime ore. I fenomeni interesseranno tutta la nostra provincia tra le prime ore della notte ed il pomeriggio di domani. Previsti intensi rovesci sulla nostra provincia, con possibile grandine e raffiche di vento forte.

prp20160804