Come già accennato ieri nel bollettino meteo, finalmente comincia a delinearsi un importante ed estremamente necessario cambio circolatorio. L'anticiclone toccherà il suo apice tra oggi e lunedì, determinando forti anomalie termiche in montagna e nebbie diffuse in pianura. Continuerà, seppur in declino, ad interessarci fino a Capodanno, quando aria artica continentale, proveniente dalla russia affluirà sulla nostra penisola, scalzando l'anticiclone.



Sarà l'anticiclone stesso ad innescare la dinamica aprendosi un varco nel vortice polare e spingendosi con una poderosa rimonta fin nell'area baltico-scandinava, causando quindi la discesa dell'aria fredda verso i Balcani ed il Mediterraneo.

Manca ancora più di una settimana a questa importante dinamica ed entrare nel dettaglio al momento è assurdo, la previsioni cambierebbe ogni poche ore. Nei prossimi giorni valuteremo anche i possibili peggioramenti che potrebbero innescarsi nei giorni successivi e riportare pioggia e neve sulla nostra penisola.
Quel che è certo è che finalmente qualcosa di concreto bolle in pentola, ancora pochi giorni di pazienza e potremmo assistere al dissolvimento delle nebbie e all'abbattimento dei valori degli inquinanti. 

Joomla templates by a4joomla