Dopo le abbondanti precipitazioni di ieri, nuovi fenomeni sono attesi dal pomeriggio. Interessati Alpi e Prealpi già dalle ore centrali della giornata, piogge diffuse su tutta la pianura dalla seconda metà del pomeriggio, in attenuazione solamente in tarda serata.

Oggi e domani saranno giornate soleggiate e miti per tutto il bresciano, con qualche cumulo nelle ore pomeridiane e la possibilità di isolati rovesci sulle zone alpine e prealpine. Tutto il nostro staff vi augura una felice Pasqua.

Un vortice ciclonico posizionato sulla Sardegna darà vita ad un nuovo peggioramento delle condizioni nelle prossime ore sulle regioni settentrionali della penisola. Previste deboli precipitazioni domani, fin dalle prime ore del mattino, nevose fino a 300-400 metri di quota. Fenomeni più diffusi e significativi nel pomeriggio ed in serata.

Dopo la pioviggine di questo inizio di settimana, per domani sono previste le prime vere precipitazioni su tutta la nostra provincia. Attese deboli piogge diffuse in pianura, la neve cadrà abbondantemente sulle zone alpine oltre i 1300-1400 metri.



Stimati accumuli più consistenti nel weekend, con il clou dei fenomeni previsto tra domenica sera e lunedì.

Dicembre e Gennaio sono stati mesi molto aridi, dove sono mancate quasi in maniera assoluta le precipitazioni. In queste ore però stiamo assistendo ad un radicale cambiamento della circolazione. Correnti oceaniche stanno affluendo verso le nostre regioni, innescando un aumento dei tassi d'umidità, con la conseguente formazione di nebbie e foschie in pianura e nelle valli.

Molte nubi e qualche debole pioggia sono attese in provincia nei prossimi giorni, possibile un peggioramento più corposo nel primo weekend di Febbraio.

Dopo i primi fiocchi stagionali caduti nella giornata di ieri, ci ritroviamo ad analizzare a distanza di poche ore il secondo possibile episodio nevoso della stagione. Dopo una nottata serena con temperature minime fino a -5° sulla pianura bresciana, osserveremo un rapido e generale aumento della nuvolosità a partire dai settori sud-occidentali della provincia, determinato dall'afflusso di correnti più miti ed umide da ovest.

L'irruzione artica degli ultimi giorni ha portato freddo su tutta la penisola, con minime ampiamente negative anche in pianura al nord e neve fin sulle coste al centro-sud. Un secondo afflusso di aria fredda è atteso per martedì e questa volta potrebbe portare qualche fiocco anche sulle regioni settentrionali del paese.